World War Z Brad Pitt Foto dal set

Di World War Z fino ad oggi abbiamo solo potuto vedere immagini e video rubati dal set lo scorso anno e sentire alcune dichiarazioni ufficiali (o meno). Dopo lo slittamento a giugno 2013, non è arrivata alcuna immagine ufficiale, un poster e nemmeno un teaser trailer.

La produzione diretta da Marc Foster (Quantum of Solace) ha avuto qualche problema, come vi abbiamo riportato mesi fa. Si era parlato di una riscrittura parziale da parte di Damon Lindelof, a cui è poi subentrato Drew Goddard, sulla cresta dell’onda grazie all’acclamato Quella Casa nel Bosco (ma sceneggiatore anche di Robopocalypse di Spielberg).

Si è parlato di diverse settimane di riprese aggiuntive, fatto che lo stesso Goddard aveva ridimensionato (QUI l’ultimo aggiornamento) e oggi interviene brevemente anche il protagonista del film sull’argomento, la superstar Brad Pitt.

Raggiunto alla press conference di Cogan, l’attore ha anche lui minimizzato la questione reshoot:

Come sapete è un grande film di mostri. Deve funzionare in un modo preciso e quindi dobbiamo sistemarlo. È tutto. Lo faremo bene e sarà un grandissimo film. Non è una cosa insolita nel mondo del cinema. Noi possiamo fare ancor meglio di quanto già fatto, perché è un film gigantesco e c’è ancora molto lavoro da svolgere.

Speriamo di vedere presto un primo teaser trailer!

Tratto dall’omonimo romanzo di Max Brooks, La pellicola ricordo è ambientata 10 anni dopo la vittoria del genere umano nella guerra mondiale contro l’epidemia di zombe, chiamata World War Z. Il protagonista (Pitt) decide quindi di girare per il mondo e raccogliere i racconti e le esperienze dei sopravvissuti a quel conflitto che ha radicalmente cambiato il genere umano…

Per ricordarci il potenziale della pellicola, riguardiamo uno dei video dal set dello scorso anno. Un inquietante attacco zombie cittadino:

World War Zdopo essere stato posticipato di oltre sei mesi, uscirà nel mondo a giugno 2013. Cliccate su Mi Piace nel riquadro sottostante per rimanere aggiornati su questa odissea produttiva.

Fonte: Via CBM