Jodie Foster difende Kristen Stewart: ecco la lettera-confessione a cuore aperto!

Post Image
Archivio • 17 agosto 2012 - 10:25 • Scritto da Leotruman

Jodie Foster difende Kristen Stewart: ecco la lettera-confessione a cuore aperto!

Arriva come una doccia fredda la lettera a cuore aperto dell'attrice Jodie Foster, un duro atto di accuso nei confronti dello show-biz e di come rovini senza scrupoli la vita di giovani attori proprio come Kristen Stewart. Le due avevano recitato insieme nel 2001 in Panic Room di David Fincher, e sono rimaste legate nel corso degli anni. Ecco alcuni passi tradotti:
Post Image

Carnage Jodie Foster foto dal film 8
Arriva a sorpresa sul sito del Daily Beast la lettera-confessione a cuore aperto dell’attrice che non ti aspetti, riservatissima sul piano privato, ma conosciuta ed amata da tutti (ha vinto pure due Oscar). Stiamo parlando di Jodie Foster, classe 1962 e attrice sin dall’età di tre anni. Un’intera vita sotto i riflettori, che hanno condizionato non poco il suo temperamento. Le è servita grande tenacia e determinazione infatti per non vedere la sua carriera andare a rotoli, come recentemente abbiamo visto accadere a molte “baby” star. L’attrice difende strenuamente la giovane collega Kristen Stewart, finita sulla gogna mediatica nelle ultime settimane per il suo tradimento a danno di Robert Pattinson con il regista di Biancaneve e il Cacciatore Rupert Sanders. La Foster ha recitato con una Stewart ancora ragazzina ai tempi di Panic Room, il thriller diretto da David Fincher.

Non è un caso che la Foster sia intervenuta proprio sull’argomento, e abbiamo tradotto per voi alcuni passi di questa sentita lettera.Le prime righe sono subito un forte atto di accusa nei confronti dello show-biz:

Abbiamo visto tutti i titoli dei giornati. “Kristen Stewart beccata.” Abbiamo sfogliato pagine patinate qua e là. “Kris e Rob una coppia?” Abbiamo visto gli scatti. “Mi piace quel vestito. Odio i capelli. Bella coppia. Scarpe sbagliate.” Non ci sono sensi di colpa nel riconoscere l’interesse umano per i capi di abbigliamento. È vecchio come il mondo. Così come innalzare giovani e belle ragazze come dee per poi gettarle per terra e guardarle da vicino. Vedi, sono proprio come noi. Ma raramente prendiamo in considerazione le infanzie che inconsapevolmente si distruggono in tale processo. 

Sono un’attrice da quando avevo 3 anni, e oggi ne ho 46. Non ho ricordi di un’infanzia al di fuori degli occhi del pubblico.

La Foster passa poi a rivelare gli strumenti di auto-controllo e disciplina che le hanno permesso di sopravvivere, ma allo stesso tempo di risultare artificiosa. La vita di una celebrità è come un “bersaglio sempre in movimento”:

Spesso uno sconosciuto mi avvicina per chiedermi “Come hai fatto a rimanere così “normale”, equilibrata e riservata?”. Io di solito mento e rispondo “Sono solo noiosa, credo”. La realtà è che, proprio come alcuni mutanti radioattivi, ho inventato i miei strumenti di sopravvivenza. […] Forse ho organizzato le mie scelte di carriera per permettere a me stessa (e a quelli che amo veramente) di mantenere la massima dignità personale. E sì, ho adattato la cultura delle celebrità ai combattimenti tra gladiatori, con la crudeltà di una vita vissuta come bersaglio sempre in movimento. Ai miei tempi si riusciva ancora, attraverso una forte disciplina e e forza di volontà, a diventare una star mantenendo l’autenticità di una vita privata. È come imparare ad immergersi nell’aria viziata respirando con una cannuccia. Ma almeno si riusciva a stare in piedi, ed evitare di partecipare al proprio sfruttamento. 

Oggi non più. Se fossi un giovane attore o una giovane attrice che inizia la sua carriera oggi nell’era del social media, una vera e propria “stagione di caccia” sempre aperta, riuscirei a sopravvivere? Mi annegherei in droghe, sesso e feste? Sarei perduta?

L’attrice poi passa al ricordo della sua collaborazione con Kristen Stewart, con una rivelazione shock: ha insistito più volte con la madre della ragazza per convincerla a non farla continuare a recitare:

Nel 2001 ho trascorso cinque mesi con Kristen sul set di Panic Room, il più delle volte in un set ristretto delle dimensioni di un armadio. Abbiamo parlato e riso per ore, condividendo misteri spontanei e cercando anche di soffiare via la noia. Il mio amore verso Kristen è poi cresciuto. Lei ha compiuto 11 anni proprio durante le riprese e ho organizzato una serata al taco bar con tanto di banda mariachi per festeggiarla. Ha ballato a malincuore con me attorno ad un sombrero, per precipitarsi a giocare a basket fuori con il resto della troupe. Sua madre e io la guardavamo giocare, suonando una sirena ad ogni suo canestro. “Lei vuole continuare ad essere un’attrice da grande, è vero?” chiesi. La madre sospirò “Sì… purtroppo.” Abbiamo entrambi sorriso e stretto le spalle con un’ambivalenza che nasce dall’esperienza. […] Abbiamo continuato a vedere la partita, ognuna avvolta dai suoi pensieri. Ero incinta al momento delle riprese, e mi sono chiesta se il bambino sarebbe stato proprio come Kristen…

Arrivano poi le righe di denuncia nei confronti della carneficina mediatica, e un sincero saluto-consiglio alla Stewart.

Passiamo ad oggi … Una bella e giovane donna seduta sola sul marciapiede, testa in giù, le mani disegnate a pugno. Cammina veloce, guizzante in presenza di uomini enormi con telecamere spinte sulla bocca e sul petto. “Sorridi Kristen!” “Come ti senti?””Kris, Hey, hey, cosa hai comprato?” “L’ho presa. L’ho presa!” La giovane donna non piange. Cazzo no. Lei non alza lo sguardo. Ha imparato. Tiene la testa giù, le sue sfumature, i pugni nelle tasche. Non parla. Non guarda. Non piange.

Mia madre aveva un detto che lei mi donava dopo ogni ingiustizia piccola, ogni strazio, ogni momento di sofferenza. “Anche questo passerà.” Dio, odiavo quella frase. Mi è sempre sembrato così banale e fuori del tatto, e mi diceva che il mio dolore era irrilevante. Ora sembra così caratteristica, ma stranamente vera … Alla fine tutto questo passerà. Gli orrori pubblici di oggi vengono soffiati via. E, sì, non calcolando la scia terribile di conseguenze che si lasciano alle spalle. Tu ti fidi meno. Calcoli ogni tuo passo. Cerchi di sopravvivere.

Speriamo che nel processo tu non perda la capacità di gettare le braccia in aria nuovamente e girare in modo spontaneo. Questo è il Fuck You definitivo, lo strumento di sopravvivenza più bello di tutti. Non lasciare che te lo portino via.

Qual è il vostro parere sulla vicenda? Che ne pensate delle accuse della Foster al mondo dello show-biz e del caso Stewart? Dite la vostra nei commenti in fondo all’articolo.

Jodie Foster tornerà sul grande schermo la prossima primavera con il fantascientifico Elysium di Neill Blomkamp insieme a Matt Damon. A questo link il nostro incontro con l’attrice e la descrizione del panel al Comic-Con 2012 di San Diego.

Traduzione: Screenweek via Daily Beast

18 Commenti a Jodie Foster difende Kristen Stewart: ecco la lettera-confessione a cuore aperto!

  • anastasia scrive:

    oddio sembra che fare l’attrice significa lavorare in miniera…ma per favore!!! L’unico sbaglio che ha fatto kristen è stato quello di ‘offendere’ pubblicamente robert, ci sono tanti modi per rompere una relazione, e poi così palesamente, e da una persona come lei così riservata…mah…il tradimento esiste da sempre, ma bisogna affrontarlo sopratutto quando lo fai in mezzo alla strada

  • connie scrive:

    Ho notato che le donne pagano sempre più degli uomini la stewart è diventata una poco di buono mentre del regista sposato con due figli nessuno ne parla non pensavo che gli americani fossero misogini quanto gli italiani.Ricordo molto attori italiani e non maschi naturalmente beccati a cornificare ma hanno proseguito la carriera tranquillamente questa qui ci manca poco e la lapidano in pubblica piazza.( la lapidazione mediatica è già avvenuta)

  • Claudia scrive:

    Beh certo leggendo questa lettera sembra quasi che il mondo delle star sia quasi un inferno di torture e si tralascia totalmente di considerare gli infiniti privilegi che queste persone hanno… soldi, sponsor, viaggi, una vita vissuta sempre e comunque in prima classe. Probabilmente l’equilibrio emotivo di una persona ne viene comunque e inevitabilmente alterato – non dimentichiamoci di quanti giovani riescono a morire in quel mondo patinato nonostante il successo e la notorietà – ma sfido chiunque di noi che deve sbattersi tutto giorno con lavori estenuanti per due soldi a non voler fare a cambio con loro!! Detto questo è ovvio che vedere il proprio adulterio sbattuto in prima pagina a livello planetario sia stato uno shok non da poco… come ha potuto una ragazza riservata e attenta come lei commettere un azzardo tanto stupido.. cosa le ha detto la testa! cmq ormai è inutile chiederselo.. e non trovo giusto che ha rimetterci sia la sua carriera… a differenza del signor Rupert che ne deve uscire indenne come se fosse stato circuito poverino.. perchè a 41 anni suonati uno non è responsabile di ciò che fa .. nelle foto è evidente come sia preso da Kristen, e l’unico triste dubbio è quanto sarebbe andata avanti se non fossero stati beccati.. storie di tutti i giorni probabilmente, ma che quando accadono a due ragazzi che con il loro amore hanno fatto sognare milioni di fan fanno tristezza xchè diventano l’emblema di come la realtà si scolli spesso crudelmente dai sogni.

  • Alessandra scrive:

    Ma io mi domando e dico: “Mia cara Kristen, ma siamo sicuri che ti paghino 35 milioni di dollari l’anno, peraltro per recitare delle parti in dei films?! NON PER SCOPRIRE LA CURA DI UNA QUALCHE MALATTIA MORTALE, MA PER RECITARE!! Se il mondo si é “fermato” a leggere la notizia del tuo tradimento con Rupert Sanders non é certamente perché lui fosse l’uomo più amato del mondo, l’idolo delle ragazzine, strapagato e fidanzato con una delle donne ritenute tra le più sexy del pianeta!! L’unica ragione per cui un essere così insignificante (ecco perché nessuno parla di lui, non certo per misoginia!) é finito sulle pagine di tutti i giornali é perché il tradimento é avvenuto con TE! Una delle donne (o dovrei forse dire “bambine” a questo punto?!) più invidiate e fino ad un mese fa’ anche più amate del pianeta!! Non so, farsi un esamino di coscienza non ti sembrerebbe opportuno?! Il tuo atteggiamento é così puerile, superficiale e poco rispettoso nei confronti delle persone che lavorano sul serio e faticano ad arrivare a fine mese, da lasciare imbarazzati! Viene davvero voglia di chiederti i soldi indietro per ogni singolo film visto in cui recitavi tu! Mi spiace sinceramente che lo stress del mondo hollywoodiano sia tale da rendere la tua/vostra carriera così difficile, ma penso che sia il minimo visto quanto ti/vi pagano e lo stile di vita che conduci, non trovi?! Che i paparazzi siano sempre in agguato poi lo sanno anche i bambini, quindi stento a comprendere come si faccia ad essere “colti in flagrante” in mezzo ad un parco, senza rendersene conto, in atteggiamenti così intimi con un’altra persona! Le risposte sono due: o sei stupida o cercavi un pretesto per….  Per?! Beh, questo ce lo devi dire tu perché, pur avendo seguito tutta la vicenda, la ragione onestamente mi sfugge!”.

  • Miki scrive:

    Provavo molta ammirazione per Krtisten. ERA la mia attrice preferita, ma adesso provo solo dsprezzo! oh, dai ora confessa di amare Rob e bla bla bla, ma se fosse vero non l’avrebbe tradito! ZIO, poro Rob! È fantastico lui! E poi da tanto da provocazione quello di uscire a farsi proprio in mezzo a un parco a LA! Ed è chiaro che si ripercuote sulla sua carriera! Tutti la ammiravano per la sua fedeltà e serietà nel campo lavorativo, ora più di mezzo mondo la odia. Poro Rob, non se lo meritava! E poi dicevano che era lui tradire! Solite balle!

  • lisa scrive:

    credo che le parole di jodie foster siano quantomai veritiere e giuste in questo momento. non mi soffermerei sulla solita demagogia sugli attori strapagati che di certo non lavorano in miniera ma piuttosto sulla gogna che e’ stata preparata ad arte intorno ad una ragazza bella e talentuosa che ha srmplicemente sbagliato come sbagliano in tanti tutti i giorni . una gogna mediatica sicuramente a cui pero’ hanno dato il loro isterico(ebbene si’)contributo le fan che hanno addirittura minacciato di boicottare l’ultimo capitolo della twilight saga(peggio x loro). lasciate che questi ragazzi vivano le loro debolezze cosi’ come i loro trionfi in una relativa pace…senza alzare polveroni inutili ( tra cui le voci che il sequel di biancaneve e il cacciatore non prevedera’ la stewart…senza cui oggettivamente il film non avrebbe alcun appeal commerciale).se potessi direi a kristen stewart di tenere duro e continuare nella sua brillante carriera…le stupide ragazzine tredicenni troveranno un ‘ altra eroina da odiare o amare alla prossima saga….le brave attrici rimarranno per sempre.

  • lisa scrive:

    ecco l’ultimo post e’ esattamente cio’ di cui parlavo nelle ultime righe del mio. “rob non se lo meritava-ora la disprezzo”.perfavore imparate a curarvi delle vostre vite s giudicare questi ragazzi come attori. spero vivamente che questi commenti adolescenziali e insulsi si riversino su qualche altra saga e la smettano di costruire altari sacrificali per giovani attori

  • Claudia scrive:

    sono d’accordo con quanto dice Lisa.. anche se la stessa isterica e irrazzionale reazione delle fan in questo momento è, se vogliamo, la medesima che ha reso la saga di twilight e i suoi interpreti il successo cinematografico e commerciale di questi anni! La salita all’apice di questi giovani attori, per quanto non lavorino male, è indubbiamente da ricondurre anche ai milioni di fan che li seguono e li venerano in tutto il mondo e che si sono immedesimati in questa storia fin dall’inizio.. pretendere ora un atteggiamento pacato e maturo da parte di questa valanga di ragazze e ragazzi è difficile , come chiedere di poter avere solo il lato dolce delle cose.. magari fosse possibile! certo è che come doce Jodie Foster il tempo cancella le cose o perlomeno le ridimensiona notevolmente.. ora vedremo se anche senza avere alle spalle un consenso smisurato e incondizionato da parte del pubblico la Stewart riuscirà ad imporsi ugualmente e magari con maggior valore nel mondo del cinema..

  • lisa scrive:

    cara claudia condivido il tuo commento. e’ una grande verita’ che twilight e gli stessi attori sono stati resi famosi dalle orde di fan che hanno amato i libri prima ex il film poi…anch’io sono una grande fan, ma vedi paradossalmente,seppur in maniera esagerata,tutto quel clamore era rivolto al film stesso….ora purtroppo tutto questi

  • Braddd scrive:

    Infatti, giusto, la povera Kristen ha tutto il diritto di crescere, come ogni persona della sua età, di capire chi è e cosa vuole e in questo ci passa anche che si prenda una cotta per un regista. Mica deve diventare una vampira e legarsi a quel mammalucco per sempre, speriamo vada avanti, come donna e come attrice.

  • connie scrive:

    Il problema è che i fan confondono i personaggi con le persone succede a tutte quelle coppie che si sono legate in qualche film di successo , kristin non è bella e Pattinson non è un vampiro sono persone vere la stewart con il suo tradimento ha fatto male a robert e a se stessa ma rimangono fatti privati , sono cose che succedono anche alle persone che non guadagnano 35mila euro all’anno, purtroppo ci sono persone che sembra che vivano le vite degli altri e si fanno venire le crisi di nervi quando le cose non seguono la scenneggiatura prevista trovo queste cose veramente assurde.

  • connie scrive:

    è misoginia quando una donna viene trattata come una spescie di prostituta mentre un uomo come qualcuno che è inciampato poverino e mi riferivo ad altri casi non solo alla stewart purtroppo è così.E pure gente come la blogger chiarra ferragni che la definisce mendecatta ma che si verognasse e ci facesse sapere lei con quanti uomini va a letto invece di intressarsi dei letti degli altrì, anche perchè se non avesse questi mendecatti di cui sparlare dovrebbe trovarsi un lavoro vero.

  • Annie scrive:

    Primo: Kristen non ha tradito Rob; le foto sono palesi fotomontaggi. Secondo: sempre il solito giornale aveva detto in passato che Robert e Andrew Garfield si odiano, mentre in realtà sono molto amici, che Kristen era incinta e che Rob aveva una malattia. Un’altra rivista molto famosa che parla di film ha detto che Robert recatosi un giorno sul set di SWATH ha fatto a cazzotti con Chris Hemsworth per Kristen -.- . E’ risaputo che le attrici intraprendono una relazione con OGNI attore con cui recitano, ovvio! . Anche il fatto che le riviste dicono che Kristen ed Emma Watson si odiano e non è vero fa capire quanto per ottenere uno scoop gli editori siano disposti a tutto.
    Lo stesso Robert nell’intervista dell’altro giorno a detto di non credere a tutto quello che dicono i giornali.
    Kristen è una persona timida e riservata ci ha messo 4 anni per farsi vedere in pubblico che bacia Rob e ora dovrebbe baciarsi e farsi vedere in atteggiamenti provocanti con un appena incontrao?! Non credo proprio.
    La cosa più brutta di tutto questo è che molti che dicevano essere fan di Kristen ora la ritengono una poco di buono, beh nemmeno io so se siano veri o no e non lo saprò mai, ma conosco che persona sia Kristen e so che non farebbe mai una cosa del genere, e mi da fastidio vedere che tutti se la prendono con lei basandosi solo su quello che ha detto un fottuttissimo articolo di giornale.
    Ed è ancora peggio il fatto che si stata licenziata da SWATH 2, quando non si sa nemmeno la verità, mentre il regista che la storia sia vera o no continuerà a lavorarci.

  • Alessandra scrive:

    Ribadisco il concetto: qui non si sta incolpando una ventiduenne qualunque bensì un personaggio di ampio spicco che, come un’adolescente qualunque pensa di poter avere un flirt (perché così si chiama e non innamoramento come sostiene qualcuno!). Quanto meno un Brad Pitt quando ha lasciato Jennifer Aniston lo ha fatto per stare con una donna che ancora oggi ama e con cui ha fatto anche dei figli! Non era un capriccio con uno che avrebbe potuto essere suo padre come per la nostra Kristen! Io non pretendo che lei stia con Robert per tutta la vita, come in un film, ma sei solo fidanzata e prima di ridicolizzare te stessa e gli altri rifletti un secondo e lascia quella persona che EVIDENTEMENTE non ami più!
    A me lei piace come attrice e tutto questo non ha niente a che fare con il mettere in discussione il suo talento. Se é così stupida o debole da rifiutare dei ruoli per vergogna o per un principio di depressione sono fatti suoi.. Del resto chi é causa del suo mal pianga se stesso!!

  • connie scrive:

    Anch’io parlo di personaggi pubblici quando pitt tradì la aniston non mi sembra che abbia subito la gogna mediatica ed era pure sposato , la ragazza ha sbagliato ma mi sembra tutto eccessivo addiritura il boicottaggio, i gruppi d’odio queste le trovo cose disgustose neanche fosse bin laden ma per favore.

  • fr4mc3sc0 scrive:

    è interessante come scendendo nei commenti ci si ritrovi sempre più a parlare di una povera bambina(addirittura)attaccata da tutti senza motivo…..è una donna che ha tradito un uomo,tutto qua’…lo ha fatto in modo brutale,indossando un suo cappello sarò scemo,ma è una cosa che mi ha molto colpito…e facendolo alla luce del sole.facendo inoltre delle terribili scuse nelle quali per la prima volta menzionava il nome sel suo ex.cosa mai fatta prima dalla dolce ragazzina…senza mai smentirle.quasi volesse far capire a tutti che la cosa era vera.LEI ha fatto partire la caccia alle streghe(come aveva anticipato in una intervista tra l’altro)il resto è una conseguenza…..tra un po la colpa sarà di robert e lei la povera vittima del maschilismo.sono schifato e molto,

  • sara scrive:

    ma chi se ne frega! un sacco di gente cornifica o viene cornificata e allora?è la fine del mondo? certa gente mentalmente non stà proprio bene…la foster poi chi l’ha obbligata a fare l’attrice,sembra che sia andata in guerra mah…

  • conniex fra4 scrive:

    per quanto riguarda il maschilismo stavo parlando del modo in cui la stampa si comporta e tratta diversamente i vizi di uomini e donne, con chi va a letto la stewart o chi tradisce non me frega come non mi interessa rispondere al quiz dell’estate se jonny depp sta o no con l’attrice bisessuale ma pare che alla gente interessi solo questo. .le corna ? Sono fatti loro non mi interessa la vita privata degli attori.


Lascia un commento

Login



Segui su Screenweek



#Popcorn - Le news più croccanti del giorno





Segui Screenweek su Facebook

Post Image
Arriva come una doccia fredda la lettera a cuore aperto dell'attrice Jodie Foster, un duro atto di accuso nei confronti dello show-biz e di come rovini senza scrupoli la vita di giovani attori proprio come Kristen Stewart. Le due avevano recitato insieme nel 2001 in Panic Room di David Fincher, e sono rimaste legate nel corso degli anni. Ecco alcuni passi tradotti:

Carnage Jodie Foster foto dal film 8
Arriva a sorpresa sul sito del Daily Beast la lettera-confessione a cuore aperto dell’attrice che non ti aspetti, riservatissima sul piano privato, ma conosciuta ed amata da tutti (ha vinto pure due Oscar). Stiamo parlando di Jodie Foster, classe 1962 e attrice sin dall’età di tre anni. Un’intera vita sotto i riflettori, che hanno condizionato non poco il suo temperamento. Le è servita grande tenacia e determinazione infatti per non vedere la sua carriera andare a rotoli, come recentemente abbiamo visto accadere a molte “baby” star. L’attrice difende strenuamente la giovane collega Kristen Stewart, finita sulla gogna mediatica nelle ultime settimane per il suo tradimento a danno di Robert Pattinson con il regista di Biancaneve e il Cacciatore Rupert Sanders. La Foster ha recitato con una Stewart ancora ragazzina ai tempi di Panic Room, il thriller diretto da David Fincher.

Non è un caso che la Foster sia intervenuta proprio sull’argomento, e abbiamo tradotto per voi alcuni passi di questa sentita lettera.Le prime righe sono subito un forte atto di accusa nei confronti dello show-biz:

Abbiamo visto tutti i titoli dei giornati. “Kristen Stewart beccata.” Abbiamo sfogliato pagine patinate qua e là. “Kris e Rob una coppia?” Abbiamo visto gli scatti. “Mi piace quel vestito. Odio i capelli. Bella coppia. Scarpe sbagliate.” Non ci sono sensi di colpa nel riconoscere l’interesse umano per i capi di abbigliamento. È vecchio come il mondo. Così come innalzare giovani e belle ragazze come dee per poi gettarle per terra e guardarle da vicino. Vedi, sono proprio come noi. Ma raramente prendiamo in considerazione le infanzie che inconsapevolmente si distruggono in tale processo. 

Sono un’attrice da quando avevo 3 anni, e oggi ne ho 46. Non ho ricordi di un’infanzia al di fuori degli occhi del pubblico.

La Foster passa poi a rivelare gli strumenti di auto-controllo e disciplina che le hanno permesso di sopravvivere, ma allo stesso tempo di risultare artificiosa. La vita di una celebrità è come un “bersaglio sempre in movimento”:

Spesso uno sconosciuto mi avvicina per chiedermi “Come hai fatto a rimanere così “normale”, equilibrata e riservata?”. Io di solito mento e rispondo “Sono solo noiosa, credo”. La realtà è che, proprio come alcuni mutanti radioattivi, ho inventato i miei strumenti di sopravvivenza. […] Forse ho organizzato le mie scelte di carriera per permettere a me stessa (e a quelli che amo veramente) di mantenere la massima dignità personale. E sì, ho adattato la cultura delle celebrità ai combattimenti tra gladiatori, con la crudeltà di una vita vissuta come bersaglio sempre in movimento. Ai miei tempi si riusciva ancora, attraverso una forte disciplina e e forza di volontà, a diventare una star mantenendo l’autenticità di una vita privata. È come imparare ad immergersi nell’aria viziata respirando con una cannuccia. Ma almeno si riusciva a stare in piedi, ed evitare di partecipare al proprio sfruttamento. 

Oggi non più. Se fossi un giovane attore o una giovane attrice che inizia la sua carriera oggi nell’era del social media, una vera e propria “stagione di caccia” sempre aperta, riuscirei a sopravvivere? Mi annegherei in droghe, sesso e feste? Sarei perduta?

L’attrice poi passa al ricordo della sua collaborazione con Kristen Stewart, con una rivelazione shock: ha insistito più volte con la madre della ragazza per convincerla a non farla continuare a recitare:

Nel 2001 ho trascorso cinque mesi con Kristen sul set di Panic Room, il più delle volte in un set ristretto delle dimensioni di un armadio. Abbiamo parlato e riso per ore, condividendo misteri spontanei e cercando anche di soffiare via la noia. Il mio amore verso Kristen è poi cresciuto. Lei ha compiuto 11 anni proprio durante le riprese e ho organizzato una serata al taco bar con tanto di banda mariachi per festeggiarla. Ha ballato a malincuore con me attorno ad un sombrero, per precipitarsi a giocare a basket fuori con il resto della troupe. Sua madre e io la guardavamo giocare, suonando una sirena ad ogni suo canestro. “Lei vuole continuare ad essere un’attrice da grande, è vero?” chiesi. La madre sospirò “Sì… purtroppo.” Abbiamo entrambi sorriso e stretto le spalle con un’ambivalenza che nasce dall’esperienza. […] Abbiamo continuato a vedere la partita, ognuna avvolta dai suoi pensieri. Ero incinta al momento delle riprese, e mi sono chiesta se il bambino sarebbe stato proprio come Kristen…

Arrivano poi le righe di denuncia nei confronti della carneficina mediatica, e un sincero saluto-consiglio alla Stewart.

Passiamo ad oggi … Una bella e giovane donna seduta sola sul marciapiede, testa in giù, le mani disegnate a pugno. Cammina veloce, guizzante in presenza di uomini enormi con telecamere spinte sulla bocca e sul petto. “Sorridi Kristen!” “Come ti senti?””Kris, Hey, hey, cosa hai comprato?” “L’ho presa. L’ho presa!” La giovane donna non piange. Cazzo no. Lei non alza lo sguardo. Ha imparato. Tiene la testa giù, le sue sfumature, i pugni nelle tasche. Non parla. Non guarda. Non piange.

Mia madre aveva un detto che lei mi donava dopo ogni ingiustizia piccola, ogni strazio, ogni momento di sofferenza. “Anche questo passerà.” Dio, odiavo quella frase. Mi è sempre sembrato così banale e fuori del tatto, e mi diceva che il mio dolore era irrilevante. Ora sembra così caratteristica, ma stranamente vera … Alla fine tutto questo passerà. Gli orrori pubblici di oggi vengono soffiati via. E, sì, non calcolando la scia terribile di conseguenze che si lasciano alle spalle. Tu ti fidi meno. Calcoli ogni tuo passo. Cerchi di sopravvivere.

Speriamo che nel processo tu non perda la capacità di gettare le braccia in aria nuovamente e girare in modo spontaneo. Questo è il Fuck You definitivo, lo strumento di sopravvivenza più bello di tutti. Non lasciare che te lo portino via.

Qual è il vostro parere sulla vicenda? Che ne pensate delle accuse della Foster al mondo dello show-biz e del caso Stewart? Dite la vostra nei commenti in fondo all’articolo.

Jodie Foster tornerà sul grande schermo la prossima primavera con il fantascientifico Elysium di Neill Blomkamp insieme a Matt Damon. A questo link il nostro incontro con l’attrice e la descrizione del panel al Comic-Con 2012 di San Diego.

Traduzione: Screenweek via Daily Beast

Articolo precedente:


Articolo successivo:


TI POTREBBERO INTERESSARE Leggi anche questi articoli.

banner