La fila per la Ballroom 20 era molto, molto lunga, ieri mattina al Comic-Con di San Diego: il primo panel della giornata era quello di Community, una delle commedie di punta della scuderia NBC.

L’elefante nella stanza era sicuramente rappresentato dal licenziamento di Dan Harmon, storico creatore della serie: non se n’è parlato molto, c’è stato qualche velato riferimento ma l’intenzione sembrava quella di sorvolare sull’argomento.

In sala c’era un grande gruppo: Joel McHale, Yvette Nicole Brown, Gillian Jacobs, Alison Brie, Danny Pudi; gli autori Megan Ganz e Andy Bobrow; il produttore Russ Krasnoff e i nuovi showrunner David Guarascio e Moss Port.

Considerando il tono del serial di cui stiamo parlando, a questo punto non saprei dirvi quanto ci sia di serio e quanto di faceto nelle dichiarazioni fatte. Ad esempio, si è parlato del padre di Jeff, e della possibilità che ad intepretarlo sia Eddie Murphy. “Pluto Nash in persona!” ha deto Joe McHale.

L’episodio “Pillow and Blankets” della scorsa stagione è stato inspirato da una discussione nata dietro le scene dell’episodio “Conspiracy Theories and Interior Design” (seconda stagione). Harmon inizialmente voleva una fortezza di cuscini per quell’episodio, ma i designer della produzione preferirono invece la fortezza con i lenzuoli, semplicemente perché più facile da costruire. Harmon e gli altri autori ci rimasero talmente male che hanno sfogato tutta la loro frustazione sul personaggio di Abed.

Durante il panel è stata mostrata una divertentissima clip, che vi proponiamo sotto. Uno dei punti di forza è sicuramente il rap freestyle di Brie: impressionante! Peccato che non abbia voluto ripeterlo dal vivo.. Pudi ha tentato allora di sopperire alla testardaggine di Brie sfidando McHale a rifare il rap dall’episodio musicale natalizio. Pudi si è impappinato, ma una A per il tentativo se l’è comunque meritata.

Se la scorsa stagione c’è stata la parodia di un episodio di Law & Order, l’anno prossimo potremmo vedere Community fare il verso a Law & Order: SVU. Secondo il panel, il crimine a sfondo sessuale dovrà necessariamente riguardare Jeff e il preside.

Port e Guarascio hanno dichiarato di essere ben consci di dover prendere una pesante eredità lasciata da Harmon. Ma prima che gli venisse fatta questa proposta, erano già fan della serie: “Noi siamo i primi fan dello show.. quanto divertente potrà essere scrivere per loro? Quello che voglio dire è che non faremo alcun casino.”

Pudi, ovviamente, non si è lasciata sfuggire l’occasione di imitare Batman: “grazie, fans. Grazie, Comic-Con. Quattro stagioni e un porno. Sei stagioni ed un film. Abed è Batman ora!” Non sono sicuro del motivo per cui abbia trascritto tutto, ma vi raccomando di leggerlo con la voce di Batman.

Nel cofanetto della terza stagione, che uscirà negli States il 14 Agosto, ogni episodio avrà il suo commento. Ci saranno anche scene eliminate e featurttes.

Per quanto riguarda la quarta stagione, ecco cosa possiamo aspettarci:

- Avremo accesso al “mondo malato” che è la mansione di Pierce.
- Forse incontreremo il padre di Jeff?
- Ci sarà un episodio ambientato ad una convention dedicata all’Inspector Spacetime. Il pubblico della Comic-Con ovviamente ha adorato l’annuncio. Ganz ha scherzato: “Otterremo il doppio di questa reazione!”
- Finire dopo quattro stagioni coinciderebbe perfettamente con la timeline di una educazione presso un community college. Ma Guarascio vuole lasciare la porta aperta, indicando che sarebbero ben intenzionati a continuare lo show anche nell’eventualità che i personaggi non frequentassero più Greendale.

Fonte: Collider

Vi ricordiamo che ScreenWEEK sta seguendo il Comic-Con 2012, per aggiornarvi in diretta! Sintonizzatevi sui nostri canali ufficiali per non perdere articoli, immagini e video riguardanti il Comic-Con 2012, come Facebook e Twitter.