Terzo appuntamento con le nostre interviste in Esclusiva al cast vocale di Lorax – Il Guardiano della Foresta, il nuovo lungometraggio animato prodotto dalla Illumination Entertainment di Chris Meledandri (gli stessi di Cattivissimo Me).

Tratto dal famoso libro per bambini del Dr. Seuss (Il Grinch, Il Gatto col cappello), questo nuovo cartoon in CG 3D è diretto da Chris Renaud e Kyle Balda e arriverà nelle sale americane tra poche settimane.

ScreenWeek.it ha avuto il piacere di incontrare ed intervistare il regista e il cast vocale originale di Lorax, tra cui ci sono anche Taylor Swift (Audrey) Danny DeVito  (Lorax) e Ed Helms (Once-Ler).

Il protagonista del film è però Ted, un giovane innamorato pronto alla ricerca dell’unica cosa capace di fargli conquistare la ragazza dei propri sogni. Nella versione originale è doppiato da Zac Efron e noi lo abbiamo intervistato!

Archiviata la saga di High School Musical, il giovane Efron ha una carriera fitta di impegni. La giornalista Valentina Martelli  (QUI qui trovate le sue interviste al cast di Glee mentre QUI le interviste al cast di Hugo Cabret) lo ha incontrato per parlare di Lorax, e l’attore ha svelato la sua scena preferita del cartoon, le qualità del suo personaggio, il suo amore per il 3D e molte altre curiosità.

Potete leggere l’intervista testuale qui sotto, mentre la Videointervista sottotitolata la potete guardare in esclusiva su Tweens a questo link.

D: Questa è una novità per i bambini…

Zac Efron: Che cosa vogliono sapere?

Per prima cosa: com’è stato doppiare Ted?

Fantastico! Ted è una piccola rockstar, un giovane molto ambizioso e smaliziato che farebbe qualsiasi cosa per la ragazza che ama. È davvero in gamba.

E ha anche la sua prima cotta, il suo primo bacio… Ti ricordi di quando avevi 10 anni? Avevi una cotta anche tu?

Mi ricordo che tutto era accentuato, c’è molta pressione attorno al tuo primo bacio, è un momento importante della tua vita. È stato divertente rivivere quei momenti nei panni del mio personaggio.

È un ragazzo avventuroso, una rockstar, è intraprendente, non si fa fermare da niente e nessuno… credi di assomigliargli? Quali delle tue qualità hai portato nel personaggio mentre lo doppiavi?

Volevo che fosse entusiasta, energico, magari un po’ ingenuo all’inizio, ma deciso a diventare un uomo. Ed è quello che fa nel film: salva la situazione.

Bisogna avere una vivida immaginazione quando si fa un doppiaggio. Come hai lavorato? Hai immaginato gli alberi di Truffula mentre stavi doppiando?

Sì, è stato un lavoro di immaginazione, ma avevamo anche degli animatori incredibili che ci facevano vedere qualcosina, mostrandoci un po’ di disegni relativi al film.

Quindi grazie alle due cose siamo stati in grado di visualizzare questo mondo… e doppiare!

Qual è la scena che hai doppiato che preferisci?

La mia scena preferita… vediamo… Erano tutte molto interessanti, ma ricordo con piacere quelle doppiate con Taylor (Swift). Sono venute molto bene. Conoscevo già Taylor, ma non avevamo mai provato insieme. È stato tutto molto naturale, siamo proprio una bella coppia.

Ti piace il mondo dell’animazione?

È incredibile, davvero. C’è dietro un lavoro grandissimo, è una fantastica forma d’arte.

Sicuramente avrai visto gli effetti grafici del film. Le animazioni migliorano sempre di più… sei un amante del 3D?

Sì, sono un grande fan del 3D. Alcune volte è utilizzato davvero bene, mentre altre volte è un po’ scadente. Ma in questo film in particolare, quando entri in questo magico mondo del Dr. Seuss, il 3D aggiunge davvero un’altra dimensione. È veramente bello.

È un film spensierato, ma ha anche un messaggio forte.

Sì.

Come spiegheresti questo messaggio ai bambini? Ovviamente lo possono capire guardando il film, ma qual è il suo messaggio ambientalista?

Credo che il film ispirerà coraggio in molti bambini. Qualche volta quando si è giovani ci si sente soli e vulnerabili, ma c’è sempre la possibilità di cambiare…basta un seme per cambiare il mondo!

Questo è il primo passo.

Già.

C’è un primo passo per tutto: per cambiare il mondo, per iniziare una carriera… ti ricordi il tuo primo passo da attore? Il tuo primo giorno in assoluto?

Sì, mi ricordo il primo giorno, è una storia divertente. Avevo 12 anni e… i miei genitori non mi avevano mai portato a Las Vegas, ma eravamo in viaggio e ci siamo fermati lì. Siamo andati a vedere uno show di cabaret e mi hanno portato sul palco. E una delle donne che erano lì mi ha fatto ballare il tip-tap! In quel momento ho capito che amavo stare sul palco. È stato divertentissimo! A parte questo, mi piace questo lavoro e la creatività di chi lavora con me… quando inizi, non puoi più smettere!

Ecco il link per il video dell’intervista, mentre:

- QUI trovate quella a Danny De Vito

- QUI invece l’intervista a Ed Helms

Seguiteci nei prossimi giorni per scoprire le altre videointerviste esclusive, che troverete qui su Screenweek ma anche su Tweens e Kids. Potete rivedere il trailer italiano del film a questo link.

The Lorax arriverà nelle sale italiane il 1 giugno 2012. Per tutte le news sul film e per rimanere aggiornati cliccate sul riquadro sottostante (anche sul Mi Piace).

Fonte: ScreenWeek